Marescienza

Le fontane di Roma

Fontana del Moro

Fontana del Moro

A Roma potete visitare il Colosseo, ammirare le opere d’arte della vastissima collezione presente nei Musei Vaticani come la statua della Regina Tuia madre di Ramsete II nella V sala del Museo Egizio, le numerose opere dell’antichità come i busti, le statue, le urne, i sarcofagi, i ritratti come quello di Penelope, un bassorilievo del 450 a.C. nel Museo Chiaramonti o la magnifica opera del Canova “Il trionfo di Perseo” e la “Venere di Cnido” nel Museo Pio Clementino, oppure potete anche visitare la città con un occhio diverso ammirando i parchi e le opere architettoniche presenti.
I turisti di solito infatti sono attirati soprattutto dalle opere e dai monumenti più famosi di Roma, trascurando spesso molti piccoli tesori nascosti, poco visitati ma altrettanto belli e degni di nota.
La famosa Fontana di Trevi ad esempio è in buona compagnia, infatti Roma vanta numerose fontane antiche e straordinariamente belle ma poco conosciute come la Fontana del Tritone a Piazza Barberini, dove quattro bellissimi delfini sostengono una conchiglia con dentro Tritone che soffia in un’altra conchiglia da dove esce l’acqua che raggiunge la tiara e il blasone dei Barberini oppure nella stessa piazza la Fontana delle Api.
Per restare in tema di tritoni e pesci, anche in Piazza Navona c’è una bellissima fonte, la fontana del Moro che afferra un delfino circondato da Tritoni e la Fontana dei Fiumi, una delle opere più famose del Bernini con quattro personaggi che rappresentano il Nilo, il Gange, il Danubio e il Rio Della Plata; in Piazza della Repubblica invece una Naiade trattiene un mostro marino.
Se siete in Piazza Mattei invece potete ammirare la Fontana delle Tartarughe, in Piazza San Berbardo quella di Mosè, in Piazza di Spagna quella della Barcaccia e per finire in Piazza Paola la fontana che ha lo stesso nome della piazza.
Ma la bellezza della capitale si esprime anche nei numerosi parchi e nelle aree protette ricche di flora e fauna:la riserva naturale della Valle dell’Aniene, quella del Laurentino-Acqua Acetosa, il parco naturale di Aguzzano e molti altri luoghi incantevoli dove fare romantiche passeggiate e godere del verde.
La capitale d’Italia offre insomma numerosi spunti per vivere una vacanza all’insegna della cultura e del romanticismo, basta aprire gli occhi e ascoltare il cuore, a volte anche angoli nascosti della città possono diventare un luogo a cui ispirarsi, scrivere poesie, passeggiare mano nella mano, leggere un libro o semplicemente ammirare il panorama.
Questo è solo il primo dei miei articoli di viaggi dedicati alla città eterna e alle sue bellezze naturali e storiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi