Marescienza

3 giorni in vacanza a Napoli

Hai 3 giorni di tempo per visitare Napoli e vuoi godere a pieno di questa piccola vacanza? Bene, sicuramente sai già che in 48 ore non potrai apprezzare le tante meraviglie nascoste in questa città, ma non perderti d’animo; con una buona tabella di marcia e una sufficiente organizzazione potrai vedere abbastanza per convincerti a ritornarci.

Primo step: trovare un alloggio

Sei appena atterrato all’aeroporto di Napoli e già l’atmosfera ti ha conquistato: hai volato sul Vesuvio, hai sentito qualcuno parlare con spiccato accento napoletano, non vedi l’ora di assaggiare una pizza DOC. La stanchezza per il viaggio affrontato e per il tempo trascorso in aeroporto è già un ricordo lontano: il tuo unico desiderio è sbarazzarti delle valigie e girare per la città.

Hai pensato a dove alloggiare? Con tutti quei bagagli al seguito non dai certo l’impressione di un campeggiatore; meglio stare comodi in un appartamento, vero? La soluzione perfetta sarebbe alloggiare in un residence a Napoli, magari in centro, in maniera da poterti spostare bene sia a piedi che con i mezzi pubblici.

Secondo step: comincia l’avventura

Come saprai già Napoli è una città che offre molto ai turisti: ti piace l’arte? Ami il buon cibo? Adori il folklore? Ti emozioni  alla vista di un paesaggio mozzafiato? Sei nel posto giusto! Dato che il tempo che hai a disposizione per conoscere la città è poco però è meglio stabilire a monte cosa andare a visitare: in questo modo potrai organizzare degli itinerari e capire anche come muoverti per raggiungerli. Da non perdere assolutamente:

  • Cattedrale di Napoli: la bellissima costruzione custodisce la Cripta di San Gennaro, patrono della città. Questo santuario all’interno della chiesa è particolarmente suggestivo
  • Piazza del plebiscito: è il cuore pulsante di Napoli. Impossibile non visitarla e non addentrarsi nei tanti quartieri, tutti particolarmente caratteristici, che si nascondono alle sue spalle
  • Lungomare: se ti piacciono gli scorci suggestivi non puoi perderti il lungomare. Ammirerai incantato tutto il Golfo di Napoli e scorgerai all’orizzonte la bellissima Capri
  • Cappella Sansevero: anche questo è un luogo molto particolare. Memorabile è il Cristo Velato che da secoli attira migliaia di visitatori
  • San Gregorio Armeno: piccolo quartiere molto folkloristico che pullula di bizzarre statuine da presepe, vere e proprie opere d’arte e testimonianza dell’innegabile ironia napoletana

Se poi hai ancora del tempo non perdere l’occasione di fare una capatina veloce nella Napoli sotterranea, al maschio angioino e a castel dell’ovo, passa per la Spaccanapoli e via dei Tribunali, soffermati a visitare la galleria Umberto I ed il cimitero delle Fontanelle.

Terzo step: spostarsi

Il consiglio è quello di andare a piedi per apprezzare meglio tutto quello che Napoli ha da offrire. Per i più pigri non mancano comunque gli autobus e la metropolitana.

Quarto step: ho fame!

Dopo tutta quella strada a piedi ti è venuta fame: tranquillo, Napoli, come molte altre città del Sud ha il culto del cibo!

Non perdere l’occasione di assaggiare la pizza margherita, la pizza fritta e le sfogliatelle. “Da Michele“, “Gino Sorbillo” e la “pizzeria Brandi” sono locali imperdibili.

Per le sfogliatelle fai una visita ad Attanasio, Scaturchio o ancora alla dolceria “Sfogliatella di Mary“. Chissà se avrai la forza di riprendere l’aereo per tornare a casa…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi