Polinesia: quando andare in questo autentico paradiso terrestre

Polinesia: quando andare in questo autentico paradiso terrestre

04/07/2017 Non attivi Di Marescienza

Un autentico paradiso terrestre. Fatto di isole di varie dimensioni e di spiagge immacolate. Dove poter ammirare panorami mozzafiato come quello che potete vedere nella foto. Tutto questo è la Polinesia. Nulla di strano che ogni anno sia meta di tantissimi visitatori. Ma quando andare per trovare le migliori condizioni climatiche?

Questo non è certo un problema di poco conto. Un vero incubo sarebbe vedere la tanto desiderata e faticosamente organizzata vacanza rovinata dalle bizze del clima. Niente paura: basta soltanto sapere qual è il periodo migliore e il gioco è fatto.

Stagione delle piogge

Va dalla metà di novembre alla metà di aprile circa. Cinque mesi durante i quali è più facile incappare in giorni di pioggia. Ma questo non deve né scoraggiare né trarre in inganno: non piove costantemente, ci sono solo maggiori possibilità di andare incontro a dei giorni piovosi.

Dovete considerare che le temperature in questo periodo oscillano comunque tra i 27 e i 30°C, quindi ideali per svernare al caldo. Inoltre questo è ance il periodo in cui si registra il minor afflusso di turisti, quindi avrete la sicurezza di stare veramente tranquilli.

Stagione secca

La stagione secca dura da metà aprile a metà novembre circa. Mesi durante i quali il tasso di umidità è molto basso e le precipitazioni registrano il minimo livello stagionale. Con le temperature che restano stabili tra i 27 e i 30°C.

Condizioni quindi ottimali. Attenzione però a un piccolo inconveniente: la stagione secca è anche il periodo dell’anno con il maggiore afflusso di turisti. Quindi potreste avere qualche piccola difficoltà a trovare alloggio (se non prenotate con buon anticipo). E anche il prezzo degli alberghi potrebbe lievitare.

E allora quando andare in Polinesia, cercando di tirare le somme di quanto detto? In pratica la Polinesia è bella da vedere durante tutto l’anno. Basta soltanto essere preparati ai piccoli quanto risibili contrattempi che potrebbero capitare durante il periodo scelto per le vacanze.