Uscire in bicicletta con il vento: consigli per pedalare controvento

12/07/2021 Off Di Marescienza

Secondo l’Ancma, Associazione Nazionale Ciclo e Motociclo di Confindustria, nel 2020 c’è stato un aumento del 20% delle vendite delle biciclette, con le ebike a fare da traino a questa tendenza.

Con il clima sempre più incerto e condizionato da forti cambiamenti nel corso di una stessa giornata, non è raro uscire in bici e ritrovarsi a pedalare controvento. La presenza di vento continuo o di folate più o meno forti va affrontata con attenzione, perché non è difficile trovarsi in situazioni pericolose.

Vediamo quindi quali strategie considerare per uscire in bici controvento facendo meno fatica e riducendo le difficoltà.

Pedalare controvento

Se non puoi fare a meno di metterti in sella alle tua due ruote, puoi comunque far tuoi alcuni accorgimenti che di certo ti aiutano ad affrontarlo meglio. Ricorda che alcuni comportamenti tecnici migliorano la situazione ed anche uscire in gruppo limita la percezione del forte vento contrario.

Se stai uscendo in bici per allenarti, potrai trarre dei benefici da una giornata ventosa perché ti permetterà di svolgere una fase di lavoro più intensa.

Concentrati

Se decidi di uscire in bicicletta e di allenarti anche quando c’è vento forte saprai già prima della partenza che dovrai faticare più del solito. E sicuramente partirai conscio del fatto che dovrai metterci molta concentrazione e tanta grinta.

Concentrati piuttosto su altri parametri come la cadenza di pedalata e la frequenza cardiaca. Nell’itinerario incontrerai poi tratti di vento a favore, e quelli li utilizzerai come momenti di puro recupero.

Il vento forte può essere molto pericoloso per cui è necessaria la massima prudenza. Non lasciare mai il manubrio ed evita di fare uno spuntino e rilassarti.

Indossa un abbigliamento tecnico

L’abbigliamento tecnico è importante perché in caso di vento forte riesce ad aiutarti a fare meno fatica sui pedali. Oltre alla traspirabilità e all’azione protettiva, alcuni indumenti sono più indicati di altri per limitare la percezione del vento.

Ciò che meglio si presta ad uscite in bici in giornate ventose sono i capi di vestiario molto aderenti. Indossando un abbigliamento che svolazza come le mantelle o capi maxi l’effetto che otterrai è quello di una vela. Questo ti impedirebbe movimenti agili e soprattutto rallenterebbe di molto la tua velocità.

Scegli un percorso con il vento a favore

Anche l’itinerario scelto può limitare e di molto la presenza del vento nel tuo programma di allenamento. Naturalmente sarà presente ma scegliendo ad esempio percorsi nel verde dei boschi con gli alberi fitti lo avvertirai molto meno.

Un’idea intelligente è quella di scegliere un percorso ad anello fatto in modo da avere il vento a favore nei tratti pianeggianti e quelli con vento contrario lungo salite e discese. Questa soluzione si rivela la migliore, laddove è possibile.

Un altro sistema può invece prevedere di affrontare il vento contrario nel primo tratto dell’itinerario quando sei più riposato e in forma. Al rientro invece, che hai già dato il massimo, puoi percorrere i restanti km con il vento favorevole.

Cambia la posizione di guida

Fondamentale anche la posizione tenuta sui pedali. Quando il vento contrario è molto forte assumere una posizione bassa e raccolta, specialmente nei tratti pianeggianti, servirà per avvertirlo molto meno.

Dovrai guidare impugnando il manubrio nella parte bassa in modo che il busto sia abbassato. Questa posizione è l’ideale per affrontare sia il vento laterale che quello contrario. E’ più faticoso procedere così ma andando alla stessa velocità potrai risparmiare tra i 30 e i 50 watt. Niente male, vero?

Non utilizzare troppo il rapporto lungo

Una delle prime cose che ti viene in mente, se stai pedalando in presenza di molto vento, è quella di utilizzare il rapportone. L’idea non è malvagia ma a lungo andare si rileva controproducente.

Se subito ti permette di mantenere una velocità di marcia costante senza fare troppa fatica, poi non risolve il problema vento. In particolare se hai deciso di affrontare un percorso lungo è meglio riuscire a mantenere una buona cadenza senza aiutini.

Utilizza ruote a basso profilo

Per quanto riguarda l’utilizzo delle ruote migliori in caso di vento, se disponi di diverse coppie di ruote, punta su quelle a basso profilo. Sono le più sicure e le più performanti in caso di vento laterale.

Quelle ad alto profilo risultano più adatte nei tratti con vento contrario o a favore ma in termini di sicurezza sono deficitarie rispetto a quelle a basso profilo. Queste ultime sono più facile da gestire sia con folate improvvise sia nei tratti in discesa perché facilitano la giusta traiettoria in curva.

Usa una bici elettrica

Le bici elettriche permettono di pedalare controvento con il sorriso, rendendo il suo utilizzo più piacevole. Pedalare? Sì,anche con le bici elettriche si pedala (scopri di più), almeno fino a quando non si raggiunge una velocità di 25 km/h, momento in cui il motore smette di aiutarti.

Il motore infatti assiste il ciclista nei momenti più difficili, come la partenza, una pendenza o quando sei controvento, poi dopo si pedala come con qualsiasi altra bicicletta. Le bici elettriche sono quindi ideali se volete uscire con i bambini nel carrello porta bimbi perché in condizioni sfavorevoli la fatica sarebbe eccessiva, rendendo meno piacevole l’uscita in bici.

Non dovrete temere che le condizioni avverse incidano sulle prestazioni della batteria consumandola più velocemente. Le bici elettriche attualmente in commercio granatiscono un’autonomia maggiore rispetto al passato e quindi possono tranquillamente percorrere almeno 100 chilometri e nel frattempo sicuramente avrete il tempo di fare una ricarica.